Tag

, , , , , , ,

 

ad Angela

 

Cancellerei dalla faccia della Terra tutti i libri, se potesse esistere un mondo senza denaro, senza preti, senza sbirri.

Ho inutilmente sperato che la scrittura diventasse l’estremo lembo d’un corpo finalmente privo d’ogni ritegno.

Perché si ride? Di cosa si ride? Quando rido di me stesso e di tutto il resto, chi ride in me? L’ombra di Dio?

Pregare l’assenza di Dio fino a riderne.

 

 

Madame Edwarda, la protagonista dell’omonimo racconto di Georges Bataille, svela il sostrato carnale dell’eucarestia, il dono di una redenzione patetica mediante il sacrificio della propria carne tumida, aperta.

Dio è stata l’ultima parola prima che i nomi esplodessero in un nuovo corpo.

Dio, una puttana di bordello. In ogni caso, sempre un tentativo di salvezza, una sorta di salvagente per la ragione che faceva acqua da tutte le parti.

Un dio voglioso di cazzi.

Se penso alla mia morte, giungo a ridere di tutto, anche della morte degli altri, ma senza disgusto, senza disprezzo, calandomi in ogni morte come se mi spogliassi nudo di fronte alla più grande eventualità di vita.

Segreto evidente della modernità: il semplice è il più difficile.

Ci sono uomini che non capiscono un cazzo. Neanche il loro. Neanche quando lo usano.

 

 

– Ti va di fare l’amore?
– No.
– Perché no?
– Perché ho voglia di scopare.
– E qual è la differenza?
– La differenza è che voglio sentirti come un animale, senza i tuoi pensieri da poeta.

Come se, attraverso di te, io distraessi la morte, tutta la morte.

Ho sempre diffidato di chi abbraccia una qualsiasi neutralità, come pure di chi si crede superiore preferendo stazionare in una fin troppo agevole estraneità rispetto ai picchi della vita.
Il neutro, in certi casi, è solo un altro nome per la patetica supponenza dell’umano.

L’affetto si trova in un mondo ancora chiuso, i cui impedimenti sono il contrario dello stupore accorato e la cui sopravvivenza è solo un fantasma della gloria.

Liberare un corpo o un testo o un amore dalla sua voglia di salvezza.

Prendere nota: farti ascoltare il concerto BWV 1052 di Bach; leggerti una poesia di Victor Cavallo; baciarti più spesso e più a lungo; regalarti un altro giocattolo erotico.

 

Laureana Cilento, 2019. Fotografie: Marc Blackie.